Categorie prodotti




ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


Piero Principi - Illuminare

23 - I princìpi dell'illuminazione

Dopo aver descritto e illustrato le caratteristiche dei principali strumenti di lavoro, andremo ora a proporre un metodo per tradurre in prestazioni tutte le nozioni acquisite.
()



Le regole fondamentali

1 - La semplicità nell’illuminazione rappresenta una delle qualità più importanti. Non dimentichiamoci mai che in natura esiste un solo punto luce, il sole, di conseguenza, usare molti punti luce potrebbe causare un effetto poco realistico.

Possiamo quindi affermare che il numero ideale di luci per la perfetta riuscita di una fotografia sarà il minimo indispensabile.

2 - Cercare di lavorare in ambienti poco illuminati, per vedere meglio l’effetto dell’illuminazione che stiamo creando passo dopo passo.

3 - Mantenere sempre l’abitudine di creare il set con cura, con attenzione ed eseguendo un’operazione alla volta, partendo sempre dalla luce principale.

4 - Sistemare la luce di schiarita dall’alto verso il basso cercando di non  sovrapporre ma le ombre della luce principale a quelle della luce di schiarita.

5 - La luce di schiarita dovrà essere sempre morbida.

6 - Nel dubbio, è sempre meglio schiarire poco le ombre piuttosto che troppo.

7 - Maggiore è la distanza tra soggetto e lampada, minore sarà la potenza luminosa e maggiore sarà l’influenza dell’ombra.

8 - A prescindere dal numero di luci utilizzato, l’effetto finale dovrà essere quello di una sola fonte d’illuminazione con una sola ombra ben controllata.

9 - Dove sia possibile, allontanare il soggetto dallo sfondo, per evitare la formazione di ombre sgradevoli.

10 - Evitare di porre la luce principale con direzione dal basso verso l’alto perché ha un effetto inattuale.

La sequenza delle operazioni
Vediamo ora quale dovrebbe essere la giusta sequenza delle operazioni da eseguire per una corretta illuminazione.

1 - Osservare attentamente il soggetto per capire quale possa essere il suo miglior punto di ripresa.

2 - Anche se non siamo dei provetti illustratori, sarà molto utile sedersi sulla scrivania e provare a disegnare un bozzetto della fotografia da realizzare. Come il geometra disegna la casa prima di costruirla, così anche noi possiamo progettare la nostra fotografia. Può sembrare una sciocchezza e una perdita di tempo, invece rappresenta un approccio molto professionale, di grande utilità e sicuramente produttivo.

3 - Eseguire l’illuminazione principale a seconda delle caratteristiche fisiche e riflettenti del soggetto.

4 - Sistemare la luce di schiarita (a volte è sufficiente un pannello ben posizionato).

5 - Posizionare, se desiderata, la luce d’effetto (per esempio un controluce).

6 - Effettuare l’ultimo controllo riguardante il rapporto tra soggetto e sfondo, sia a livello compositivo sia illuminotecnico.