OPERATIVITA' REGOLARE
Gentili clienti, i nostri uffici sono aperti e operativi.
Le spedizioni degli ordini proseguono anche se è possibile qualche lieve ritardo, dovuto al rispetto delle pratiche anticontagio.
È nuovamente possibile effettuare i ritiri in sede e prendere appuntamenti per consulenze e dimostrazioni, nel rispetto delle norme igieniche vigenti.

Categorie prodotti




ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


Approfondimenti - Bowens

Le pattinatrici di Steve Brown

Il Roller Derby è uno sport altamente dinamico. Il fotografo Steve Brown, per realizzare degli scatti ultra nitidi, si è avvalso del supporto del nuovissimo generatore Creo Bowens.




Foto: ©Steve Brown

“Mi sono avvicinato per la prima volta al Roller Derby quando mia moglie Lorna, oggi una delle migliori giocatrici della London Rollergirls (la principale squadra di Roller Derby del Regno Unito) ha incominciato a pratice questo sport.

Ero affascinato dalla spettacolarità e dall’intensità di questo sport, così ho iniziato a fotografare la squadra di Lorna; quelle foto sono state poi servite per realizzare poster e per altri scopi pubblicitari.

Tuttavia, fino a un po’ di tempo fa, non ero mai riuscito a scattare azioni intense e veloci con risultati soddisfacenti; tra l’altro ero alla ricerca di una tecnica per scattare immagini dal basso in modo da rendere l’idea dell’intensità di una partita di Roller Derby”.

“Il problema non è solo la rapidità di esecuzione del gesto atletico in questo sport, ma anche il fatto che il più delle volte le ragazze gareggiano e si allenano in posti poco luminosi come i palazzetti dello sport.






 

Si può aumentare l’ISO fino a 3200 per poter disporre della velocità di scatto necessaria all’azione, come fanno alcuni fotografi sportivi che realizzano immagini fantastiche; tuttavia non è questa la mia specialità, io preferisco allestire il set in uno studio per avere tutto sotto controllo.

Lavorare nel modo che mi è congeniale comporta l’uso di flash da studio, ma in una precedente sessione di scatti in cui avevo utilizzato dei monotorcia Bowens Gemini 500 non ero riuscito a congelare l’azione, infatti le foto scattate presentavano delle sfocature”.

“Alla ricerca di una soluzione, ho pensato di contattare i tecnici di Bowens, i quali mi hanno proposto di testare i nuovi generatori Creo  che l’azienda stava lanciando sul mercato proprio in quel periodo.

I Creo mi sono subito sembrati perfetti per il lavoro che stavo facendo, infatti sia il 1200 Ws sia il 2400 Ws, appena presentati,  offrono tempi di ricarica ultra veloce, velocità di lampo superiore a 1/5000, possibilità di effettuare fino a otto scatti al secondo e range di potenza di 10 stop”.

“Ho allestito il set con tre generatori e cinque torce, negli ambienti del Bridge Park Leisure Centre presso il parco londinese di Stonebridge, dove si allena la lega di Roller Derby.

La fotocamera era una Canon EOS 5D MKII con gli zoom 24-70mm e 70-200mm, sensibilità ISO 100 e velocità di sincronizzazione del flash di 1/200 sec”.

“La velocità del flash era il mio parametro di riferimento per congelare l’istante. Un piccolo compromesso si è reso necessario per poter disporre di una certa profondità di campo entro cui operare, per questo ho impostato il valore f-stop di f/10.

Le ragazze erano talmente veloci che metterle a fuoco mi era praticamente impossibile, così come soluzione ho pensato di fissare un punto sul pavimento e aspettare il loro passaggio.

Avrei potuto avvicinare le torce flash alla pista per avere maggiore illuminazione sulle ragazze, ma questo avrebbe tolto spazio alle pattinatrici, costituendo un potenziale pericolo.

Alla fine ho impostato la potenza della luce su 6/10: potevo utilizzare una potenza inferiore e questo avrebbe permesso di raggiungere una velocità di lampo superiore, ma  l’apertura avrebbe dovuto essere più ampia e quindi dovevo trovare un compromesso che mi avrebbe consentito lavorare a tutti i livelli”.


Foto: ©Steve Brown

“Dopo aver rivisto attentamente il risultato di quel lavoro non ho avuto dubbi: con Creo avevo ottenuto il risultato che cercavo.

Nelle foto le ruote dei pattini di Lorna sono perfettamente a fuoco, tanto che, con un ingrandimento, su di esse si possono notare i granelli di polvere, inoltre si distinguono le ciocche di capelli e addirittura i minuscoli graffi sul casco”.
“Sono pienamente soddisfatto del lavoro fatto, una serie di fantastici scatti che la squadra ha potuto sfruttare per farsi pubblicità. Per me è stata una grande soddisfazione poter affrontare con successo questa particolare sfida lavorando con un’attrezzatura così efficiente”.

Guarda il video su YouTube:



Il sito di Steve Brown: www.stevebrownphoto.co.uk